Fobos elettrizzata dal Sole

Immagine di Fobos ripresa dal Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa il 23 marzo 2008. Crediti: NASA/JPL-Caltech/University of Arizona

Fobos, una delle due lune marziane, viene considerata come una possibile base iniziale per l’esplorazione umana di Marte, dal momento che la sua debole gravità rende più semplice farvi atterrare veicoli spaziali, astronauti e ogni tipo di suppellettile necessaria alla sopravvivenza in quelle ostili lande. Tra le mille problematiche da affrontare, uno studio della Nasa, recentemente pubblicato sulla rivista Advances in Space Research, ha aggiunto anche le cariche elettrostatiche. continua ...

Ghiaccio nocivo e tossico: Titano è da evitare

La missione Cassini è terminata già da un mese, ma i dati raccolti in questi anni (13 anni, per la precisione) sono ancora utili per studiare il sistema di lune ghiacciate attorno a Saturno. Il Gran Finale del 15 settembre è stato preceduto dall’ultimo flyby (volo ravvicinato) attorno a Titano, la luna più grande attorno al sesto pianeta del Sistema solare (supera perfino Mercurio). Anche durante quella cruciale manovra orbitale, la sonda è riuscita a scattare delle immagini straordinarie dell’atmosfera tossica e nociva che avvolge il satellite ghiacciato. continua ...