Allerta raggi cosmici, con otto mesi d’anticipo

Rappresentazione artistica dell’eliosfera. Crediti: Nasa/Goddard Space Flight Center Conceptual Image Lab

Investigare il fenomeno della modulazione solare dei raggi cosmici galattici: questo il fine di una ricerca, i cui risultarti sono ora pubblicati su The Astrophysical Journal Letters, condotta in collaborazione tra Università di Perugia, Infn e Università di Lisbona. A tal fine i ricercatori hanno analizzato una grande quantità di dati, provenienti da missioni spaziali e da osservatori terrestri, con l’obiettivo di costruire un nuovo modello numerico di trasporto di particelle cariche nel Sistema solare. Dall’analisi è emersa l’evidenza di un “ritardo” di 245 giorni (circa 8 mesi) tra l’attività magnetica del Sole e l’intensità del flusso di particelle che bombarda il nostro pianeta. Questa evidenza rivela nuove proprietà nella dinamica del trasporto delle particelle nello spazio interplanetario, proprietà che sono alla base del fenomeno della modulazione solare. continua ...