C’è energia oscura nella teoria delle stringhe

Secondo il modello proposto nello studio, l’universo si troverebbe incastonato lungo i margini d’una bolla che si sta espandendo in uno spazio a cinque dimensioni. E tutta la materia esistente nell’universo corrisponderebbe alle estremità di stringhe che si estendono nella dimensione extra. Crediti: Suvendu Giri

Avete presente l’energia oscura? Secondo il modello cosmologico standard, è una misteriosa forma di energia che costituisce grosso modo il 70 per cento dell’universo, ed è responsabile della sua espansione accelerata. Sui suoi effetti sembrano esserci ormai pochi dubbi: sono stati osservati e misurati in più modi, uno dei quali – lo studio delle supernove – è già valso un premio Nobel. Ma sulla sua natura è buio fitto. Che cos’è, esattamente? Da dove arriva? Molti modelli la ricollegano alla costante cosmologica – la lettera lambda del modello cosmologico standard, Lambda-Cdm, già presente nelle equazioni di Einstein – e arrivano a rintracciarne l’origine in un fenomeno quantistico come quello dell’energia del vuoto. continua ...

Esplosione di energia sulle nostre teste

Nella sua seconda fase operativa, la missione Magnetospheric Multiscale della Nasa (Mms) sta osservando la riconnessione magnetica in azione dietro alla Terra (rispetto al Sole) come mostrato in questa animazione dalle intricate linee di campo magnetico blu e rosso. Crediti: Patricia Reiff / Nasa Goddard / Joy Ng.

In alto in alto, sopra alle nostre teste, potrebbe sembrare che tutto sia calmo ma invece non sempre è così. A volte, lo spazio vicino alla Terra diventa teatro di uno spettacolo formidabile, che si verifica quando le particelle del plasma e l’energia magnetica che circonda la Terra generano singole potenti esplosioni, della durata di una frazione di secondo, capaci di far schizzare via milioni di elettroni a velocità supersoniche. Alcuni volano nello spazio mentre altri vengono incanalati lungo le linee di forza del campo magnetico dell’atmosfera terrestre, dove generano bellissime aurore. continua ...

Clima: Nasa e Noaa, ultimo triennio il più caldo dal 1880 – Ambiente e Energia

Il 2017 è stato per la Terra il secondo anno più caldo dal 1880, cioè da quando si ha disponibilità di dati. A dirlo è la Nasa, secondo cui la temperatura si è attestata a 0.90 gradi centigradi sopra la media, battuta solo dal 2016 con 0.99 gradi, mentre il 2015 ha fatto registrare un + 0,86 g… video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
Fonte: Clima: Nasa e Noaa, ultimo triennio il più caldo dal 1880 – Ambiente e Energia

Sacchetti bio: i social si scatenano. Renzi, no al complotto – Ambiente e Energia

"Noi faremo la campagna elettorale seriamente, parlando dei problemi veri e offrendo soluzioni. Per pulire l'Italia dall'inquinamento ambientale e anche da quello delle fake news. Chi vuole inventare bugie si accomodi pure, noi non lo seguiremo" replica Renzi agli attacchi sui social. (ANSA) video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
video,assurdi,divertenti,musica,telefilm,salute,ufo,mistero,animali,fai da te,cucina,auto,cinema,news,religione,turismo
Fonte: Sacchetti bio: i social si scatenano. Renzi, no al complotto – Ambiente e Energia

Un po’ di luce sull’energia oscura

Illustrazione di due stelle di neutroni che si fondono. Le increspature nella griglia dello spazio-tempo rappresentano le onde gravitazionali prodotte dallo scontro, mentre i fasci luminosi mostrano i lampi di raggi gamma esplosi pochi secondi dopo le onde gravitazionali. Sono inoltre raffigurate vorticose nubi di materiale espulso dalle stelle in fusione, nubi che si illumineranno di luce a diverse lunghezze d’onda. Crediti: NSF/LIGO/Sonoma State University/A. Simonnet

Il recente annuncio della prima osservazione di una fusione tra due stelle di neutroni sia attraverso le onde gravitazionali che elettromagnetiche emesse dall’evento Gw 170817, registrato il 17 agosto scorso, ha letteralmente aperto una nuova finestra di osservazione dell’universo. Un nuovo studio, pubblicato su Physical Review Letters, ha ora analizzato come tale, straordinaria, osservazione abbia di fatto sfoltito le innumerevoli teorie riguardo la natura della cosiddetta energia oscura. continua ...