Groenlandia: sotto i ghiacci un enorme cratere

La mappa della topografia del substrato roccioso sotto la calotta di ghiacciata che circonda il cratere da impatto di Hiawatha. Il diametro è di 31 km. I calcoli dimostrano che per generare un cratere d’impatto di queste dimensioni la Terra è stata colpita da un meteorite largo più di 1 km. Crediti: Museo di storia naturale di Danimarca

Le tracce dei violenti impatti che hanno modellato la Terra sono ancora evidenti sopra e sotto la superficie del nostro pianeta. Di recente, infatti, è stato svelato un enorme cratere da impatto di 31 chilometri di diametro nella Terra di Inglefield in Groenlandia settentrionale. Il responsabile? Un meteorite ferroso di un chilometro di diametro che ha colpito la Terra – forse – ben 12mila anni fa, verso la fine del Pleistocene. Il cratere, descritto in uno studio pubblicato su Science Advances, entra a pieno titolo nella classifica dei 25 crateri da impatto più grandi del pianeta. Il ghiacciaio continentale che lo ha “protetto” in questi millenni è quello di Hiawatha. continua ...

Scovata un’enorme galassia fantasma

Immagine d’artista del satellite Gaia dell’Esa, la missione ha l’obiettivo di ottenere una mappa tridimensionale della nostra galassia, rivelandone la composizione, la formazione e l’evoluzione: Crediti Esa

Grazie ai dati raccolti dal satellite Gaia dell’Agenzia spaziale europea, un team internazionale di ricercatori è riuscito a scovare una enorme galassia nana – enorme per essere una nana – mai rilevata prima d’ora. L’oggetto, infatti, benché molto grande, è occultato dal disco della Via Lattea e, grazie alla sua bassa densità, era riuscito finora a nascondersi alle osservazioni. Lo studio è stato accettato per la pubblicazione dalla rivista Montly Notices of the Royal Astronomical Society. continua ...