Iniezioni di ferro per scaldare la corona solare

La corona solare ripresa in un momento di bassa attività solare, il 14 maggio 2010. Crediti: Nasa

La composizione chimica della corona, la regione più esterna e calda del Sole, è strettamente legata al ciclo undecennale che regola l’attività magnetica della nostra stella. Questo è, in estrema sintesi, il risultato dello studio condotto da un team di scienziati della University College London (Ucl), della George Mason University e del Naval Research Laboratory e basato sulle osservazioni della corona solare raccolte dalla sonda spaziale della Nasa Solar Dynamics Observatory (Sdo) . Lo studio pubblicato su Nature Communications  dimostra che un aumento dell’attività magnetica solare va di pari passo con una maggiore quantità di alcuni elementi, come ad esempio il ferro, nella corona solare . Lo studio potrebbe avere una significativa implicazione nel comprendere il processo che porta a far surriscaldare la corona del Sole. continua ...