Quando i mondi s’incontrano

Dal 17.09.2018 al 21.09.2018

Ice breaker reception di domenica pomeriggio all’Epsc 2018. Crediti: Twitter @europlanetmedia

Si apre oggi all’Università Tecnica di Berlino l’edizione annuale di Epsc, il Congresso europeo di scienza planetaria, che si concluderà il prossimo 21 settembre. Epsc è il principale incontro annuale specificamente dedicato alla planetologia, con un fitto programma di presentazioni riguardanti tutti gli aspetti della scienza planetaria e delle tecnologie relative. continua ...

Quarantaquattro mondi in fila per Kepler

Schema dei 44 pianeti confermati, con dimensioni approssimative, orbite e temperature superficiali. Crediti: John Livingston

Quarantaquattro nuovi mondi confermati in un colpo solo. Quarantaquattro pianeti extrasolari estratti con un lavoro di analisi certosino dai dati della missione K2 – il “piano B” della missione Kepler della Nasa, quello messo in atto in condizioni di emergenza nel 2013, con tenacia e ingegno, a seguito del malfunzionamento di due delle quattro ruote di reazione. Quarantaquattro esopianeti dei quali almeno 18 appartenenti a sistemi planetari. Questo il bottino scientifico di un team guidato da John Livingston, dottorando all’università di Tokyo, e del quale fanno parte anche due astronomi dell’università di Torino, Davide Gandolfi e il suo studente di dottorato Oscar Barragán. continua ...

Trappist-1, abitabili due mondi su sette

Con ben sette pianeti, il sistema Trappist-1 è uno fra quelli con il maggior numero di esopianeti finora scoperti in un singolo sistema planetario (fino a poche settimane fa deteneva il record, attualmente in mano a Kepler-90). Il sistema è di grande interesse dal punto di vista della astrobiologia perché tre dei suoi sette pianeti (tutti di dimensioni approssimativamente simili a quella della nostra Terra) orbitano nella zona abitabile della sua stella nana rossa, a circa 40 anni luce da noi. Dal recente studio di Amy Barr, in corso di pubblicazione su Astronomy & Astrophysics, sembrerebbe che ben due degli eso-pianeti del sistema Trappist-1 siano potenzialmente abitabili. continua ...