Rischio pressione alta per la giovane Orion source I

Immagine del disco che circonda la giovane e massiccia stella Orion Source I mostrato in relazione alla nube molecolare di Orione I, la nursery stellare nella quale la stella si è formata. L’anello blu è il sale – cloruro di sodio – che circonda la stella.
Crediti: ALMA (NRAO / ESO / NAOJ); NRAO / AUI / NSF; Osservatorio Gemini / AURA

Il cloruro di sodio (NaCl) lo conosciamo tutti: è il sale da cucina. È presente disciolto in soluzione acquosa nei nostri mari, e in forma solida lo troviamo come salgemma nelle miniere. Un composto, dunque, molto comune. E comune sale da cucina è anche quello che un team congiunto di astronomi e astrochimici ha scoperto utilizzando il telescopio Alma (Atacama Large Millimeter/submillimetre Array). Quello che non è comune, tuttavia, è il luogo in cui il ritrovamento è avvenuto: attorno a una giovane stella. continua ...