Gualandris visita le strutture Inaf in Sardegna

30.11.2018, ore 11:00

La delegazione all’interno del Sardinia Radio Telescope. Da sinistra: Emilio Molinari, Rocco Gigliotti, Stefano Gualandris, Nichi D’Amico e Tonino Pisanu. Crediti: Gian Luigi Deiana / Inaf Cagliari

Giunto in Sardegna per partecipare alle celebrazioni dei primi cinque anni dalla fondazione del Distretto aerospaziale della Sardegna (Dass), Stefano Gualandris – consigliere in materie giuridico-economiche del Sottosegretario di Stato per l’aerospazio Giancarlo Giorgetti – si è recato ieri in visita al radiotelescopio Srt e presso la sede cittadina dell’Inaf, l’Osservatorio astronomico di Cagliari. Fondato cinque anni fa, il Dass, che vede l’Inaf fra i principali soci pubblici accanto ad una autorevole filiera di aziende, si configura ormai come una consolidata realtà di altissimo contenuto scientifico e tecnologico, indiscusso volano di sviluppo per l’Isola. continua ...

Sardegna, disagi per i dipendenti Inaf

Vialetto d’ingresso dell’Osservatorio Inaf di Cagliari. Crediti: Emilio Molinari (Inaf Oac)

L’emergenza maltempo in Sardegna continua: non si fermano le precipitazioni, in particolare nel sud dell’Isola. Tra il pomeriggio di ieri, mercoledì 10 ottobre, e la notte appena trascorsa su Cagliari si è riversata una vera e propria bomba d’acqua, facendo registrare allagamenti di strade e di locali, crolli e alberi divelti. Restano chiusi oggi molti uffici, le scuole, i parchi pubblici e l’università. Una fra le zone colpite più gravemente è quella di Capoterra, dove fino al 2003 si trovava la sede principale dell’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Cagliari (una delle diciassette strutture dell’Inaf sul territorio nazionale), che ora si trova invece nel comune di Selargius. continua ...

La Sardegna spinge per l’Einstein Telescope

Alcuni partecipanti alla conferenza. Crediti: Paolo Soletta / Media Inaf

La Società italiana di relatività generale e fisica della gravitazione (Sigrav) organizza ogni due anni una lunga convention che fa il punto sulle ultime scoperte nell’ambito delle scienze fisiche e gravitazionali. Per quest’anno l’appuntamento è a Pula, in provincia di Cagliari, dove proprio in questi giorni – da sabato 9 a sabato 15 settembre – si stanno incontrando ricercatrici e ricercatori dei più importanti istituti coinvolti in questo settore: atenei e istituti di ricerca mondiali fra i quali, per l’Italia, il Gran Sasso Science Institute (Gssi), l’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). A fare gli onori di casa, le due università di Cagliari e di Sassari, da cui è partita la “pazza idea” di proporre la Sardegna come sito di realizzazione per il futuro interferometro di terza generazione chiamato Einstein Telescope. Un progetto grandioso che consiste nella creazione di un triangolo di tunnel sotterranei, di dieci chilometri di lato, all’interno dei quali ospitare sei interferometri per misurare onde gravitazionali e per compiere molti altri esperimenti di fisica. continua ...

È la Sardegna la Silicon Valley italiana

08.06.2018

La costruzione del Sardinia Radio Telescope ha accelerato notevolmente la crescita, già evidente da almeno una quindicina d’anni, di una nuova forma di industrializzazione della Sardegna legata al settore aerospaziale. Se ne è parlato a Cagliari, nella sede del gruppo editoriale “L’Unione Sarda” lo scorso venerdì, 8 giugno 2018, in una conferenza intitolata “Sardegna Regione Spaziale”, organizzata dalla rivista specializzata in tecnologie aeronautiche Airpress, edita da Paolo Messa e diretta da Flavia Giacobbe, moderatrice del dibattito. continua ...

La Sardegna è pronta per l’Einstein Telescope

Rendering artistico dell’Einstein Telescope. Crediti: Ego Collaboration

Il futuro dell onde gravitazionali potrebbe essere a due passi da noi, anzi nel nostro stesso Paese. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) sosterrà, infatti, la candidatura della Regione Sardegna a ospitare l’Einstein Telescope (Et), un centro europeo per l’osservazioni delle increspature del tessuto dello spazio-tempo, nella miniera metallifera di Sos Enattos, a Lula. continua ...