Si avvicina lo shutdown per Oppy

L’antenna da 34 metri di Goldstone, una delle principali del Deep Space Network, si trova nel deserto del Mojave in California (Usa). Crediti: Nasa/Jpl-Caltech

Non si danno per vinti gli ingegneri del Jet Propulsion Laboratory della Nasa a Pasadena, in California (Usa), che, proprio a ridosso del 15° anniversario dello sbarco su Marte del rover Opportunity, comunicano di avere iniziato una nuova procedura per cercare di risvegliare il robottino.

Invece di istruzioni “sweep and beep”, a cui il rover dovrebbe rispondere con un beep di ritorno, il nuovo set di comandi che i tecnici Nasa hanno iniziato a inviare attraverso le antenne del Deep Space Network prevede istruzioni per utilizzare i sistemi di comunicazione radio di backup e per resettare il clock interno del computer di bordo. continua ...

Niente shutdown per la Wfc3 di Hubble

Una delle immagini più iconiche e popolari scattate dalla camera Wfc3 del telescopio Hubble: i pilastri della creazione della Nebulosa dell’Aquila. Crediti: Nasa, Esa / Hubble e Hubble Heritage Team A

Poco dopo mezzogiorno dell’8 gennaio scorso (orario della East Coast) – qui in Italia le sei del pomeriggio – la Wide Field Camera 3 del telescopio spaziale Hubble, uno fra i più importanti strumenti a bordo del telescopio – era entrata in safe mode, in modalità sicura: una modalità che si avvia in automatico quando qualche parametro dello strumento non è ottimale. Ora però, comunicano gli ingegneri della missione, la camera è stata ripristinata, ed è pronta per nuovi click. Niente shutdown dunque per Hubble. continua ...