Il Congresso rimette in pista WFirst

Assemblaggio dello specchio principale di WFirst. Crediti: Harris Corporation / TJT Photography

Con il voto favorevole del Senato, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato lo scorso 21 marzo il bilancio federale per l’anno fiscale 2018 da 1300 miliardi di dollari, che prevede un finanziamento di 20.7 miliardi di dollari per la Nasa, l’agenzia spaziale americana. Si tratta di uno stanziamento superiore di 1.6 miliardi rispetto a quanto richiesto dalla stessa agenzia per l’anno in corso.

Seguendo le indicazioni dello Aerospace Safety Advisory Panel, il Congresso ha approvato una voce di bilancio aggiuntiva di 350 milioni di dollari per costruire una seconda rampa di lancio per il nuovo Space Launch System (Sls), in modo da accelerare la tempistica per la Exploration Mission-2, il primo volo della capsula Orion con equipaggio a bordo, nonché per potenziare le capacità dell’agenzia di gestire lanci di carichi pesanti, anche verso la Stazione spaziale internazionale. continua ...

WFirst tagliato dal budget Nasa

Assemblaggio dello specchio primario di WFirst. Crediti: Dave Sime, Harris Corporation / TJT Photography

Questo telescopio non s’ha da fare, né ora né mai. Stiamo parlando dell’osservatorio spaziale Wide Field Infrared Survey Telescope (in breve WFirst), probabile vittima del piano finanziario Usa per l’anno 2019.

I 25 lettori di Media Inaf sapranno che questo telescopio spaziale, il cui lancio era previsto per il 2024, doveva essere una delle missioni scientifiche di punta dell’agenzia statunitense (vedi qui il nostro servizio video in proposito), un grosso competitor dell’europea Euclid (abbiamo confrontato le due missioni proprio pochi giorni fa). continua ...